Story of my life

15/05/2017

535 IN CONDOTTA

1250mt di sviluppo con 535mt dislivello positivo, punta massima di pendenza 80%. Pendenza media ultimi 400mt di sviluppo, 75%.

Si partiva singolarmente ogni 30 secondi: un signore piuttosto anziano parte un minuto davanti a me, e circa a metà della gara lo raggiungo e poi lo sorpasso, ma senza farci troppo caso.
Appena passato, lo stacco e vado avanti prendendo molti metri di distanza rispetto a lui.
Arrivo agli ultimi 400mt (il pezzo più impegnativo della gara) e sento che il “signore” mi ha raggiunto tenendo un passo costante e deciso; così per non farmi superare provo ad aumentare il passo…ma niente, lui non molla e non si stacca.
Rimane incollato dietro di me per gli ultimi 15 minuti di gara, e per tutto il tempo è incitato da tutte le persone presenti a guardare.
“Forza Rossi, vai Rossi”
Finita la gara io sono morto, mi sdraio in terra e lo perdo di vista.
Torno a casa e nell’ordine di partenza cerco il suo nome.

Lo trovo nell’elenco, leggo la sua data di nascita e scopro che è nato nel 1942 (millenovecentoquarantadue) si 75 anni.

W lo sport, w la grinta e soprattuto…W IL SIGNOR ROSSI!

Chapeau.


27/11/2016

Nember by night

Sono circa le 5.15 di mattina e dopo una serata in discoteca sono appena tornato da un “giro fotografico” con il mio grande amico Andrea Spiranelli
Non sono un fotografo ma mi piace fare foto, è da mesi che voglio fotografare il mio paese di notte per vederlo (e farlo vedere) con un altra prosspettiva e provare a vedere le cose in modo diverso.
Ho sonno e scatto foto senza pensarci troppo…però forse questa notte oltre ad aver reso un po più “bello” il mio paese penso di aver fatto qualcosa in più…
Penso di aver scattato una delle foto più magiche che abbia mai fatto!
Grazie e buona notte, o forse buongiorno.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva